Airwolf 3D e il test per scoprire qual è il filamento più forte.

Home / Notizie / Airwolf 3D e il test per scoprire qual è il filamento più forte.

Qual è il filamento della stampante 3D più forte? In molti ve lo sarete chiesto. Airwolf3D, produttore di stampanti 3D di Californiano, lo ha sperimentato!

Attraverso un test di forza, infatti, Airwolf3D ha testato filamenti in PLA, ABS, Nylon 910 e policarbonato. Come? È presto detto! L’azienda ha stampato dei ganci in 3D, utilizzando, come materiali quelli da testare. Una volta stampati, i ganci sono stati messi alla fine di una corda attaccata ad un carrello elevatore che, a sua volta, è stato usato per raccogliere un pneumatico dal peso di circa 150 libbre e alcuni pesi da Fitness.

 airwolfs-materials-strength-test-what-is-the-strongest-3d-printer-filament-1

La prima prova è stata fatta con il gancio stampato in 3D in PLA, con il letto della stampante riscaldato a 60 gradi Celsius. Dopo la stampa è stato aggiunto un cappotto di Wolfbite Nano. Il gancio in PLA si è rivelato sorprendentemente forte considerando che il PLA è un tipo di filamento di base e, dal punto di vista economico, conveniente. Il gancio è rimasto intatto con 285 libbre di peso attaccato, con una resistenza alla trazione di 7,250 psi. Tuttavia, il team di Airwolf3D non raccomanda l’uso del materiale PLA per la stampa 3D di oggetti portante o di ingegneria, in quanto la sua biodegradabilità – caratteristica che lo contraddistingue – fa sì che questo materiale non manterrebbe la sua forma per lunghi periodi, per cui inevitabilmente si verificherebbero delle debolezze strutturali.

 airwolfs-materials-strength-test-what-is-the-strongest-3d-printer-filament-2

Il secondo materiale oggetto del test è stato l’ABS, un filamento comunemente utilizzato in tutti i tipi di progetti di ingegneria professionale, soprattutto per articoli di consumo. È un materiale talmente utile che Airwolf 3D ha realizzato una stampante 3D desktop compatibile, la prima del suo genere. Per il secondo test, è stata utilizzata la macchina AXIOM, con un letto riscaldato a 120 gradi Celsius.
Il gancio in ABS si è rivelato molto più debole di quello in PLA, scattando immediatamente con lo stesso carico da 285 libbre che il gancio in PLA, invece, ha tenuto senza alcun cedimento. Il test ha riscontrato per l’ABS una resistenza alla trazione di circa 4.700 psi.

 airwolfs-materials-strength-test-what-is-the-strongest-3d-printer-filament-4

Successivamente è stata la volta di un materiale raramente utilizzato dagli hobbyisti: il Nylon 910. Tale materiale spesso è usato per realizzare parti strutturali e la sua resistenza alla trazione stimata è di 7000 psi.
Nei test il gancio di nylon si è rivelato incredibilmente forte – oltre una leggera piegatura iniziale – arrivando a sostenere fino un carico complessivo di 480 libbre.

Infine, è stato utilizzato un materiale in policarbonato. Le alte temperature sono fondamentali quando si stampa con policarbonati, ecco perché per questo test la testina di stampa è stata impostata a 290 gradi mentre il piano a 145 gradi Celsius.
Il gancio si è rivelato incredibilmente forte: sono state richieste 685 libbre per romperlo e si è stimata una resistenza alla trazione di 9.800 psi.

airwolfs-materials-strength-test-what-is-the-strongest-3d-printer-filament-3

Dunque, qual è il filamento di stampa 3D più forte tra i quattro? Senza dubbio il policarbonato, scelta migliore per la stampa 3D di componenti funzionali ad alta resistenza.

fonte: 3ders.org

Potreste interessarti anche:

Airwolf 3D presenta “Sandy the Material Girl”

Arriva Alfa Ohm, il filamento in PLA conduttivo 

Articoli simili