“Mirages & Miracles”: la mostra di oggetti che si animano grazie alla realtà virtuale

Home / Notizie / “Mirages & Miracles”: la mostra di oggetti che si animano grazie alla realtà virtuale

Avete mai immaginato di proiettarvi in un universo parallelo, in un’atmosfera onirica in cui gli oggetti inanimati prendono magicamente vita? Da oggi è possibile vivere davvero quest’esperienza grazie ad una serie di installazioni create a Les Subisistances,  luogo culturale di diffusione e di produzione artistica situato a Lione che comprende attualmente un laboratorio di creazioni artistiche e una scuola nazionale di belle arti. La compagnia di artisti multimediali di Adrien Mondot & Claire Bardainne, che lavora nel campo delle arti digitali e delle arti vive, ha realizzato infatti delle forme di spettacolo che associano reale e virtuale con l’ausilio di strumenti informatici.

In particolare la mostra Mirages & Miracles è costituita da opere caratterizzate da un’immagine immateriale collegata a un elemento materiale: disegni aumentati, teatri di illusioni olografiche, cuffie per realtà virtuale, proiezioni su larga scala.
La mostra combina elementi di vita reale, come sculture e disegni, con la tecnologia AR, facendo emergere una forma di animismo digitale.

1490729733568-IMG_0037

Si parte da elementi semplici, immobili, pesanti come le pietre che, attraverso le finestre della realtà aumentata, diventano trasparenti e la loro inerzia pulsa.  D’improvviso ci appare poi un omino che prende forma dal nulla e comincia a saltare di pietra in pietra e cattura i nostri sensi, catapultandoci in una dimensione onirica.

french-art-exhibit-mirages-miracles-combines-sculptures-drawings-ar.1280x600

Lo scenario che si prospetta è magico: un foglio bianco con una semplice immagine prende vita e si muove dinanzi ai nostri occhi, una mostra d’arte di oggetti semplici diventa uno spettacolo meraviglioso al confine tra l’animato e l’inanimato, tra il reale e l‘effimero. Non si tratta di osservare una mostra ma di diventare protagonisti di un sogno.

credits: www.facebook.com/Les.Subsistances.Lyon/videos/

Leggi anche:

Arrivano i robot avatar stampati in 3D per aiutare i bambini ricoverati in ospedale.

 Da Harvard arriva Octobot, il primo robot interamente morbido

 

 

 

Articoli simili