Tecnologie digitali applicate al fashion: il punto della situazione di The Fashion Atlas

Home / Notizie / Tecnologie digitali applicate al fashion: il punto della situazione di The Fashion Atlas

 

Condividiamo con voi un interessante articolo di The Fashion Atlas “Moda e tecnologia: A che punto siamo”, in cui Raffaella Piazza illustra le ultime novità sulle applicazioni della stampa 3D e delle nuove tecnologie digitali al fashion. La rivoluzione digitale è in atto ormai da tempo e le aziende del settore moda si sono adeguate ideando abiti personalizzati ad hoc per ogni esigenza con la commistione delle nuove tecnologie digitali.

graphene (2)

Ecco quindi il punto di vista di The Fashion Atlas sulle aziende più all’avanguardia, pronte a soddisfare i desideri più profondi di ogni donna. Ricordate il vestito della fiaba “La bella addormentata nel bosco”, che cambiava colore a seconda dei gusti delle fatine? Oggi quel vestito esiste grazie ad un’équipe di ricercatori del National Graphene Institute dell’Università di Manchester e da CuteCircuit, brand londinese specializzato in wearable technology.
Si tratta di un abito in grafene, materiale che conferisce la capacità di cambiare colore a seconda del respiro di chi lo indossa.

Dagli Usa arriva invece un vestito “che si muove”, il “Kinematics dress”, realizzato dal team di designers di Nervous System a Somerville: attraverso la Kinematics Cloth app si inseriscono le misure e si scelgono i dettagli del vestito e, grazie alla stampante 3D SLS, l’abito è pronto in pochissime ore!

Le nuove tecnologie si sposano sempre sapientemente con la tradizione e difatti dal Giappone arriva la stampante 3D che crea abiti di lana imitando la tecnica del lavoro ai ferri, attraverso un algoritmo “ad incrocio”.

gif5

Anche il mondo degli accessori si sta evolvendo in tale direzione. La VOJD Studios, azienda di design di gioielli di lusso stampati in 3D, e la fashion house svizzera Akris, hanno creato anelli stampati 3D in argento e poliammide utilizzando la tecnologia di stampa 3D SLS.  Il team di D’Arc Studio, ha realizzato invece una linea di occhiali composti da una montatura di base tonda e da accessori applicabili interamente realizzati in 3D, che permette di cambiare forme, colore e decorazioni dell’occhiale ogni giorno e in modo personale.

IMG_5064

La parabola che illustra gli sviluppi delle nuove tecnologie nel settore moda è ascendente: ci auguriamo che l’abito o la borsa dei nostri sogni sia presto realizzabile!

Leggi di più su thefashionatlas.com!

Potrebbe interessarti anche:

Ying Gao e gli abiti che si animano alla presenza di estranei

Armure. La clutch stampata in 3D dalla casa di moda italiana, Maison 203

Articoli simili