Lego lancia Braille Bricks per bambini ciechi e ipovedenti

Home / Notizie / Lego lancia Braille Bricks per bambini ciechi e ipovedenti

Lego ha creato una versione dei mattoncini da costruzione stampata con lettere e numeri dell’alfabeto braille, in modo che i bambini ciechi e ipovedenti possano imparare a leggere mentre giocano.

Presentati alla Sustainable Brands Conference di Parigi, i Braille Bricks presentano lo stesso numero di tacchetti usati per le singole lettere, numeri e simboli dell’alfabeto braille.
I mattoni, compatibili con la collezione più ampia di Lego, sono anche stampati con numeri, simboli e lettere standard. Ciò significa che insegnanti, amici e familiari possono giocare insieme. Approccio giocoso all’apprendimento del Braille.

Ci sono in totale 250 mattoncini che coprono l’alfabeto completo, i numeri compresi tra zero e nove e una selezione di simboli matematici. Si spera che la natura interattiva del design darà ai bambini con disabilità visive un’opportunità per sviluppare nuove competenze.

I bambini ciechi e ipovedenti hanno sogni e aspirazioni per il loro futuro come bambini vedenti“, ha dichiarato John Goodwin, CEO della Fondazione LEGO. “Hanno lo stesso desiderio e bisogno di esplorare il mondo e socializzare attraverso il gioco, ma spesso affrontano l’isolamento involontario come conseguenza dell’esclusione dalle attività. Con questo progetto, stiamo portando un approccio giocoso e inclusivo all’apprendimento del Braille ai bambini. Spero che bambini, genitori, operatori sanitari, insegnanti e professionisti di tutto il mondo saranno eccitati quanto noi, e non vediamo l’ora di vedere l’impatto positivo “.

Potrebbe migliorare le prospettive di lavoro

L’idea alla base del prodotto è stata proposta per la prima volta a Lego nel 2011 dall’associazione danese dei ciechi, e ancora qualche anno dopo, dalla Dorina Nowill Foundation for the Blind. Secondo una ricerca dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ci sono più 19 milioni di bambini con disabilità visive in tutto il mondo.

Questo, insieme alla ricerca del Forum europeo sulle disabilità e dell’Unione europea dei non vedenti, secondo cui il 75% degli adulti europei con disabilità legate alla vista sono disoccupati, rafforza l’importanza che il progetto potrebbe avere.

Crediamo fortemente che i Lego Braille Bricks possano contribuire ad aumentare il livello di interesse nell’apprendimento del Braille, quindi siamo entusiasti che la Lego Foundation permetta di portare avanti questo concetto e portarlo ai bambini di tutto il mondo“. ha affermato Philippe Chazal, tesoriere della European Blind Union.

Campioni per prova gratuita

Lego sta lavorando a stretto contatto con associazioni per non vedenti in Danimarca, Brasile, Regno Unito e Norvegia, a cui sono stati forniti campioni dei kit Lego da provare gratuitamente. Il prodotto è attualmente disponibile in alfabeto danese, norvegese, inglese e portoghese. Alfabeti francesi, spagnoli e tedeschi saranno testati entro la fine dell’anno.

La collezione finale di Braille Bricks sarà lanciata ufficialmente nel 2020 e sarà distribuita gratuitamente per selezionare le istituzioni.

credits: dezeen.com


Leggi anche:

Braille e libri illustrati con stampa 3D aiutano i bambini ciechi a leggere

Articoli simili