Neri Oxman e il Mit sviluppano un sistema di fabbricazione digitale a base d’acqua

Home / Notizie / Neri Oxman e il Mit sviluppano un sistema di fabbricazione digitale a base d’acqua

Neri Oxman e un gruppo di ricercatori del MIT – Massachusetts Institute of Technology hanno sviluppato una piattaforma di fabbricazione digitale a base d’acqua utilizzando un polimero rinnovabile proveniente dall’oceano.
Il processo combina un antico materiale derivato dai crostacei con la fabbricazione robotica e la biologia sintetica.

neri-oxman-3d-printed-water-based-digital-fabrication-designboom-1 (1)

I costrutti di forme dalla fabbricazione digitale sono stati derivati biologicamente grazie all’utilizzo del materiale graduato per l’auto-assemblaggio guidato dall’idratazione con un sistema di estrusione a camere multiple robotizzato che deposita i compositi biodegradabili su scale di lunghezza. Le applicazioni proposte per la fabbricazione digitale a base d’acqua includono prodotti riciclabili o componenti architettonici provvisori come quelli delle tende.

Così come viene delineato nella ricerca del gruppo:

16246868914_2a2c3519a1_o

“Le strutture sono costituite da un unico sistema materiale derivato dalla chitina – il polimero rinnovabile più abbondante nell’oceano e il secondo polimero più abbondante sul pianeta. Gusci di artropodi macinati vengono trasformati in chitosano, un derivato della chitina, per formare una soluzione acquosa di proprietà variabile. una volta stampati, i costrutti sono ricavati dalla forma attraverso i modelli di evaporazione dati dalla disposizione geometrica degli elementi strutturali e dalla distribuzione gerarchica delle proprietà dei materiali. Segue poi, la corrugazione controllata. Ogni componente trova la sua forma al contatto con l’aria e si biodegrada al contatto con l’acqua. La materia vivente sotto forma di cianobatteri viene rivestita e impregnata su campioni di chitosano per consentire la funzionalizzazione superficiale e conferire proprietà aggiuntive quali resistenza all’acqua e conduttività.”

neri-oxman-3d-printed-water-based-digital-fabrication-designboom-2-1

Designer e architetto Neri Oxman è leader nella ricerca di tecnologie di fabbricazione digitale e del modo in cui queste possono interagire con il mondo biologico. Oxman è stata nominata per il The Design Prize 2018 nella categoria della Experimentation.

neri-oxman-3d-printed-water-based-digital-fabrication-designboom-3

 

Credits: Designboom

Potrebbe interessarti anche:

Stampare in 3D usando cozze riciclate come filamento: la ricerca di uno studente Olandese

La prima collezione di Nagami presenta sedie stampate in 3D di Zaha Hadid Architects

 

Articoli simili