Perché i maestri di artigianato dovrebbero abbracciare la fabbricazione digitale

Home / Notizie / Perché i maestri di artigianato dovrebbero abbracciare la fabbricazione digitale

Condividiamo con voi l’articolo di Vicente Gascò scritto per la rivista MakeGascò è un designer specializzato in stampa 3D e fondatore di Tredé, uno studio di progettazione 3D e di stampa a Puerto Rico. La sua passione è trasformare le idee in oggetti tangibili con la fabbricazione digitale.

Chango", una scultura di uccelli portoricana dell'artista locale Angel Lamar. Prima lavorata a mano e poi rielaborata digitalmente per la stampa 3D su Tredé in filamenti di woodfill.

“Chango”, una scultura di uccelli portoricana dell’artista locale Angel Lamar. Prima lavorata a mano e poi rielaborata digitalmente per la stampa 3D su Tredé in filamenti di woodfill.

Circa un anno fa mentre stavo seguendo un seminario di stampa 3D a San Juan, una delle mie stampanti 3D ha attirato l’attenzione di un paio di studenti di belle arti. È interessante notare che hanno assunto atteggiamenti opposti nei confronti della tecnologia. Uno si stupiva delle opportunità sempre più ampie che gli venivano presentate, mentre l’altro sentiva il bisogno di fare una domanda irresistibile: “Questo non ci sostituirà mai”, ha detto. A cui ho risposto: “Chi ha detto che lo farà?” 

Quando le persone pensano all’artigianato,  entrano in un mood nostalgico invece dovrebbe essere l’opposto – un approccio innovativo al rapporto tra materiali e processo di creazione. Con l’avvento delle tecnologie di fabbricazione digitale a prezzi accessibili, l’atto di produrre e sviluppare prodotti è cresciuto, ma ha anche la falsa idea che la produzione assistita da computer sia in qualche modo meno preziosa di quella artigianale.

È importante sottolineare il fatto che l’artigianato, anche per definizione, non si limita agli oggetti fatti a mano. Non esiste una linea guida  che riesce a definire cosa sia l’artigianato. Il pensiero comune include la relazione tra l’idea e il processo di progettazione insieme ai materiali e al metodo di produzione utilizzato.

ArticlePhoto01

L’utilizzo di strumenti di fabbricazione digitale – sia per la prototipazione sia come mezzo per produrre prodotti di consumo – consente di risparmiare tempo e denaro rispetto al tempo e alle risorse utilizzate in lavori manuali intensivi. Questi potrebbero poi essere trasferiti altrove nella fase di sviluppo del prodotto, sia per ridurre i costi o per reinvestire in concettualizzazione, design, branding, packaging, ricerca sui materiali o processo. La fabbricazione digitale incontra sia l’artigianato che la produzione industriale nel mezzo, consentendo ai produttori di dedicarsi alla personalizzazione a basso costo.

Non dovrebbe essere una corsa agli armamenti. La fabbricazione digitale non sta cercando di sostituire il lavoro manuale né indebolire il valore o la qualità di un prodotto. La capacità di entrambi i processi dipende profondamente dalla particolare conoscenza, abilità e creatività del proprio utente, spesso sottovalutata. Quando entrambi sono combinati, le applicazioni sono infinite.

Credits: Make:

Potrebbe interessarti anche:

Artigianato, innovazione e design per creare bellezza

Storia di un orologiaio e di una stampante 3D per un nuovo artigianato 

 

Articoli simili