Storia di un orologiaio e di una stampante 3D per un nuovo artigianato

Home / Notizie / Storia di un orologiaio e di una stampante 3D per un nuovo artigianato

Questa è la storia di Holthinrichs, uno studente della Delft University of Technology e figlio di un artista e restauratore di auto classiche. È la storia di un giovane che decide di cimentarsi in un nuovo mestiere: l’artigiano digitale, nel settore dell’orologeria.
Un anno dopo la laurea, Holthinrichs lascia Delft con un Master in Architettura; quattro anni dopo aver fondato la sua compagnia, Holthinrichs’ Watches; e nove anni dopo che la sua passione per gli orologi ebbe inizio.

Image 4Holthinrichs_new

Sebbene il suo sogno d’infanzia fosse stato quello di diventare un architetto, il suo interesse per gli orologi e la moda, infatti, ha avuto la meglio. ” L’architettura è piccola, è artigianale, tecnologia e design in un piccolo pezzo.”, dice.
Poco dopo aver completato il suo primo design di orologi, venne costruita nella capitale della sua patria la prima casa stampata in 3D: The Amsterdam 3D Print Canal House.

Questo evento suscitò talmente l’interesse di Holthinrich che, da allora, ha iniziato a esplorare la possibilità di incorporare la stampa 3D nel suo lavoro di orologiaio. Dopo alcuni mesi sviluppa il suo primo orologio da polso, Ornament 1, realizzato per alcune parti (il quadrante) a mano e in modo tradizionale, ma per altre grazie all’uso della stampa 3D per conferirgli alcune caratteristiche estetiche particolari.
La fibbia, la cassa e la corona sono stampate in acciaio inossidabile 316L in un processo di 30 ore. Con un diametro di 38 mm e uno spessore di 10 mm, anche la custodia è stampata in 3D così come la scritta “acciaio inossidabile”.

 Image 3_Ornament 1 Bucklenew

Holthinrichs esporta il suo progetto nel software di preparazione di stampa QuantAM dove controlla e configura le parti sulla piastra di costruzione, aggiungendo supporti ove necessario. Quindi i file vengono inviati a una Renishaw AM 400, scelta per la sua flessibilità e capacità di produrre oggetti di design dettagliati. Poiché le parti richiedono una precisione pari a un centesimo di millimetro, è necessaria la postelaborazione.

Image 2Ornament 1 Front_new

Completato nel gennaio 2016, The Ornament 1 non ha ancora lasciato il polso di Holthinrichs che ora è desideroso di andare avanti con le sue prossime creazioni: il suo prossimo obiettivo è iniziare a esplorare la stampa 3D per le parti mobili dell’orologio. La sua ambizione è quella di creare una linea di orologi, di cui Ornament 1 è la prima puntata, e anche di produrre una “altissima personalizzazione dove finitura e il design sono spinti al massimo.”.

Potrebbe interessarti anche:

Between The Lines: la nuova collezione di Iris van Herpen tra artigianato e innovazione

A Shenzhen, in Cina, in mostra un Padiglione di terracotta stampato in 3D

 

Articoli simili