MAKING @SCHOOL

SCEGLI IL CORSO ADATTO A TE!

TUTTI I CORSI PER DOCENTI

AGGIORNAMENTO PER DOCENTI

A volte il modo migliore per partire, è vivere attivamente momenti di confronto e di racconto di opportunità nuove. 

La Medaarch organizza seminari sulla didattica digitale, sui nuovi strumenti a disposizione di professori e alunni, sull’innovazione e la sperimentazione, che mirano a tracciare un quadro sulle opportunità connesse alle nuove tecnologie di fabbricazione digitale e sulle prospettive occupazionali che la manifattura 4.0 offre oggi agli studenti.
Attraverso questi momenti di aggiornamento, i docenti vengono guidati in uno scenario che va dalla gestione dei big data al design computazionale, dalla prototipazione elettronica al coding, all’uso delle macchine a controllo numerico, fino ad esplorare l’impatto che gli strumenti digitali hanno nei vari settori della società e del lavoro . 

L’intento è quello di aggiornare i docenti su queste tematiche, per aiutarli ad affiancare gli studenti in percorsi di innovazione connessi alla rivoluzione digitale, alle smart cities, e più in generale alla costruzione più consapevole del loro futuro.

corsoAggiornamentoDocentiVanvitelli_medaarch-medfablab2MODweb

La creazione della scheda elettronica Arduino ha rivoluzionato il mondo della prototipazione elettronica. La possibilità di realizzare oggetti tecnologici innovativi e personalizzabili offre l’opportunità di velocizzare il processo di innovazione. 

Il corso pone le basi per lo sviluppo di prototipi, dall’ideazione fino alla concreta realizzazione, acquisendo nozioni di elettronica e di informatica. L’utilizzo di Arduino avviene in molti settori, dall’architettura al design, dalla biologia alla moda. I docenti apprenderanno nozioni di programmazione in linguaggio Wiring, per l’implementazione con la scheda Arduino. Il percorso parte dalle nozioni base della scheda “Arduino Uno”, per addentrarsi successivamente nell’utilizzo di sensori (temperatura, umidità, movimento, prossimità ecc).
Obiettivo del corso è porre le basi necessarie per addentrarsi nel mondo della programmazione e prototipazione elettronica.

arduinoDocenti_medaarch

Qual è il ruolo che la robotica educativa riveste nella didattica, sia primaria che secondaria? 

Il corso trasmette le competenze relative all’utilizzo degli strumenti di programmazione e robotica, mediante i quali è possibile presentare contenuti didattici con un approccio nuovo, finalizzato alla risoluzione dei problemi mediante l’utilizzo della logica di programmazione e del robot. La robotica educativa stimola infatti lo sviluppo del pensiero computazionale, l’attitudine al problem solving, all’analisi e alla risoluzione dei problemi. Il corso fornisce ai docenti le nozioni di base per sfruttare, in ambito didattico, le potenzialità della robotica nell’era della trasformazione digitale.
Obiettivo del corso è aggiornare i docenti sulla conoscenza degli strumenti di programmazione e robotica, sull’utilizzo di strumenti come il kit Lego Mindstorms e sullo sviluppo di percorsi didattici legati al pensiero computazionale, all’attitudine al problem solving, all’analisi e alla risoluzione dei problemi .

 

consulenza_cad_header_texture robotica_docenti+credits

Il corso mira ad aggiornare le conoscenze dei docenti riguardo l’utilizzo degli strumenti di programmazione con il pc. 

Durante il corso verranno trasferite le conoscenze sull’utilizzo dei programmi di coding, come Scratch e Processing. Le competenze offerte saranno indispensabili ai docenti per fornire agli studenti un approccio logico alla programmazione che permetta loro, attraverso il metodo del learning by doing, di affrontare problemi complessi, di ragionare per blocchi, di comprendere meglio le tradizionali materie scolastiche (italiano,matematica,scienze) e di imparare ad utilizzare le moderne tecnologie.

DSC_1220mod

Il corso si propone di aggiornare e ampliare le conoscenze dei docenti rispetto all’impiego dello strumento di storytelling per la creazione di narrazioni digitali e l’utilizzo persuasivo, strategico e consapevole delle storie per la divulgazione e la didattica.

In particolare, il corso proposto mira a evidenziare l’importanza dello storytelling nella didattica, quale strumento ideale per catturare e mantenere elevati l’attenzione e l’interesse del discente. 

Obiettivo del corso è far sviluppare ai docenti le competenze necessarie per la definizione di una didattica dinamica e attiva mediante l’utilizzo di strumenti digitali di storytelling.

AAEAAQAAAAAAAAbxAAAAJDRiZjI5ZTFhLTI0MTEtNDI1Ny05ZTdiLTQ0YTNkZTY3YmE5NA

Il corso si propone di aggiornare e ampliare le conoscenze dei docenti rispetto all’impiego del coding e dello storytelling in ambito didattico.

Durante il corso, nel dettaglio, si trasmetteranno le competenze relative all’utilizzo di software di coding , un ambiente di programmazione a blocchi per il coding e la robotica educativa che consente di realizzare storie interattive, ma anche giochi e animazioni, in modo logico e intuitivo.

Obiettivo del corso è fornire ai docenti le competenze necessarie per impiegare il coding e la logica computazionale per sviluppare lo storytelling, mostrando loro le potenzialità dell’utilizzo di tali strumenti in ambito didattico.

160225-F-VN140-093

Il corso si propone di aggiornare e ampliare le conoscenze dei docenti rispetto all’utilizzo degli strumenti digitali in ambito didattico. 

In particolare, verranno presentate ai docenti le potenzialità che gli strumenti digitali offrono alla formazione, integrando metodologie didattiche formali con quelle informali, modificando gli ambienti di apprendimento in modo tale da renderli più coerenti con i bisogni e con le nuove modalità di apprendimento degli studenti. 

Obiettivo del corso è sia potenziare la conoscenza dei docenti relativamente agli strumenti digitali per l’insegnamento e  sia favorire l’utilizzo di tali strumenti nei percorsi didattici proposti agli alunni.

IMG_1149

Il corso mira ad aggiornare la conoscenza dei docenti in relazione all’utilizzo degli strumenti di progettazione digitale di nuova generazione. 

Durante il corso si trasferirà il know how necessario all’utilizzo dei programmi di modellazione tridimensionale. In particolare, si mostreranno le tecniche di utilizzo di Rhinoceros 3D, software flessibile e di facile apprendimento. Le tecniche di modellazione mostrate, saranno indispensabili per affiancare gli studenti in percorsi di progettazione tridimensionale. Il corso, inoltre, mira a fornire ai docenti le conoscenze riguardo l’utilizzo degli strumenti di fabbricazione digitale.

Obiettivo del corso è trasferire le conoscenze basilari sull’uso delle stampanti 3D e dei software di preparazione dei file necessari alla stampa. Le competenze fornite saranno indispensabili per affiancare gli studenti in percorsi di prototipazione rapida.

Il corso mira ad aggiornare le conoscenze dei docenti riguardo l’utilizzo degli strumenti di fabbricazione digitale.

Durante il corso si trasferiranno le conoscenze sull’utilizzo dei programmi di modellazione tridimensionale, delle stampanti 3D e dei software di preparazione dei file necessari alla stampa.

Le competenze fornite saranno indispensabili ai docenti per affiancare i loro studenti in percorsi di progettazione e prototipazione rapida.

IMG_0781MODweb

Il modulo intende introdurre i docenti all’utilizzo della realtà aumentata (AR: Augmented Reality) e della realtà virtuale (VR: virtual reality) nella didattica

Ai docenti verranno  proposte attività volte alla creazione di contenuti didattici in 3D, attraverso piattaforme mobili (tablet e smartphone) e marker (QR code). I docenti impareranno ad utilizzare piattaforme dove i modelli 3D rappresentano l’elemento centrale dal quale far partire la narrazione dei temi educativi (con riferimento a qualsiasi materia scolastica), grazie all’ausilio di software per la modellazione tridimensionale di facile utilizzo, in cui gli strumenti tecnici sono ridotti al minimo e la terminologia è molto semplificata. Successivamente verrà loro mostrato in che modo si realizzano modelli per la visualizzazione in AR, ovvero fuori dello spazio di lavoro digitale e direttamente nello spazio di lavoro reale dell’utente, collegando una semplice webcam e stampando un codice opportuno. 

Obiettivo del corso è mostrare le opportunità che la mixed reality offre all’insegnamento e rendere i docenti autonomi nella proposizione e realizzazione di contenuti didattici in AR e VR.

 

Il corso mira ad aggiornare la conoscenza dei docenti in relazione all’utilizzo degli strumenti di scansione digitale di nuova generazione. 

Durante il corso, infatti, si trasferiranno le conoscenze relative all’utilizzo dello scanner 3DScan in a box” e relativo software “Idea” per procedere alla scansione dell’oggetto desiderato. Le competenze fornite permetteranno ai docenti di affiancare gli studenti in percorsi di scansione tridimensionale, per la riproduzione di oggetti in 3D. La fase successiva è quella della modellazione tridimensionale e della prototipazione rapida, durante la quale i docenti si misureranno con la progettazione e la modellazione tridimensionale fino a realizzare concretamente i progetti risultanti. Il corso infatti termina con una parte dedicata alla stampa 3D, durante la quale i professori apprenderanno l’utilizzo di tale tecnologia di prototipazione rapida.


Obiettivo del corso è far acquisire una formazione completa relativamente al settore della fabbricazione digitale.

Il corso mira ad aggiornare la conoscenza dei docenti in relazione all’utilizzo degli strumenti di progettazione digitale di nuova generazione.

In particolare, durante il corso i professori saranno aggiornati sull’utilizzo dei programmi di modellazione tridimensionale, sull’uso delle stampanti 3D e dei software di preparazione dei file necessari alla stampa, con focus particolare su uno dei settori indicati:

  • ceramica
  • moda
  • design
  • architettura
  • biomedica digitale (modellazione e stampa 3D di protesi biomedicali)

Al termine, i docenti realizzeranno un prototipo relativo al settore prescelto.

Obiettivo del corso è quello di affinare la conoscenza delle tecniche di modellazione. Le competenze apprese, inoltre, saranno indispensabili per affiancare i propri studenti in percorsi professionali di progettazione tridimensionale e prototipazione rapida.

 

Il corso insegna ai docenti a progettare e a realizzare prototipi funzionanti di sistemi intelligenti per il monitoraggio della coltivazione e della crescita di vegetali.

In particolare, grazie alla prototipazione elettronica, tramite la tecnologia Arduino, i docenti saranno in grado di realizzare ambienti di monitoraggio di un orto botanico e soluzioni per il controllo in remoto delle qualità della coltivazione (luce, ph, temperatura e umidità). Inoltre, saranno in grado di creare applicazioni sostenibili che rendano gli orti più intelligenti (dalla gestione del terreno, all’assistenza e sicurezza del territorio, all’offerta di nuovi servizi a cittadini e turisti, ecc.). 

Obiettivo del corso è dotare i discenti di competenze sull’utilizzo di soluzioni Internet of Things e di iniziare i discenti alla programmazione elettronica, permettendo loro di acquisire capacità computazionali. 

 

 

I NOSTRI LABORATORI PER STUDENTI DI OGNI ORDINE E GRADO

ELEMENTARI E MEDIE: I CORSI BASE
Il corso permette agli studenti di acquisire le capacità necessarie per realizzare oggetti da prototipare con la stampante 3DIl modulo si articola in due sezioni: 

  • ideazione grafica e la modellazione dell’oggetto attraverso il software di progettazione tridimensionale Tinkercad
  • fabbricazione digitale: gli studenti realizzano i prototipi di progetto attraverso l’utilizzo della stampante 3D e del software di preparazione dei file per la stampa 3D. 

Il corso proposto sfrutta la metodologia del learning by doing ed è programmato in coerenza con le competenze dei partecipanti, mirando a rafforzare le loro motivazioni ad apprendere, favorendo la riflessione e la partecipazione attiva e costruendo o rafforzando capacità, conoscenze e abilità.

Obiettivo del corso è fornire agli studenti le competenze sulla progettazione assistita e sull’utilizzo della stampante 3D per la prototipazione rapida dei loro progetti. 

Il corso permette agli studenti di approcciarsi in modo ludico e creativo al mondo della robotica, grazie ai Lego Mindstorm

Il corso insegna le basi della programmazione con il pc e del pensiero computazionale, competenze trasversali che è fondamentale acquisire fin dalla scuola primaria, per consentire ai ragazzi di sviluppare, attraverso strumenti innovativi, la propria creatività, il collaborative learning e le competenze digitali. Tali attività offrono agli studenti strumenti adeguati per approcciarsi alla logica computazionale facilmente e in maniera ludica, grazie all’utilizzo del principale software di visual programming Scratch e, attraverso un simpatico robot programmabile, imparano a programmare storie interattive, giochi e animazioni. 

Obiettivo del corso è insegnare il ruolo della robotica nella trasformazione digitale, mostrando agli studenti la relazione tra programmazione e robotica.

Il corso mira a potenziare in maniera innovativa le competenze di base sulla lingua italiana. Attraverso l’utilizzo della piattaforma di visual programming Scratch, infatti, gli studenti imparano a programmare situazioni e azioni all’interno di un determinato ambiente.

Mediante tali attività, gli studenti sperimentano non solo l’utilizzo della logica di programmazione, ma sono anche chiamati a definire una vera e propria “storia”, in base alla quale strutturare la programmazione. Questo esercizio porta gli studenti a definire in modo chiaro, attraverso l’utilizzo di un lessico specifico, la storia che dovranno animare, e consente loro di prendere consapevolezza dell’importanza dell’utilizzo del linguaggio. Intersecando le pratiche di scrittura narrativa con quelle di scrittura digitale e informatica, il corso permette lo sviluppo e l’applicazione di competenze attraverso più media.

Obiettivo  del corso è introdurre i discenti al pensiero computazionale, attraverso l’utilizzo di una piattaforma semplice e intuitiva, e, al contempo, affinare la padronanza della lingua italiana e la creatività.

Il corso mira a rafforzare gli elementi grammaticali e lessicali essenziali della lingua italiana, nonché l’uso delle moderne tecnologie, attraverso la simulazione di una redazione giornalistica

Il corso si articolerà in due fasi:

  • presentazione della storia dell’editoria e passaggio dalla carta al digitale. Verranno illustrate, inoltre, le diverse forme della lettura e della scrittura e il confronto tra i diversi generi narrativi nonché i nuovi ruoli dell’editoria online: il ruolo del public editor, fact checking e i watchdog. La fase terminerà con l’esposizione dell’evoluzione della scrittura in ambiente digitale: la scrittura collaborativa, i dispositivi di lettura digitali e le loro caratteristiche.
  • momento laboratoriale, dedicato alla simulazione vera e propria della redazione giornalistica.

Le conoscenze maturate nella prima fase verranno immediatamente messe in pratica, attraverso la simulazione di una redazione editoriale, con la relativa ricerca di notizie, attraverso strumenti cartacei e digitali, stesura di articoli, impaginazione grafica degli stessi. In tale fase verranno messi in pratica gli strumenti narrativi acquisiti durante l’analisi teorica, attraverso la lettura di articoli, esercitazioni, confronti e correzioni. In tal modo gli alunni avranno la possibilità di confrontarsi con la professionalità dell’esperto e con le possibilità creative e gli strumenti a loro disposizione. 

Obiettivo del corso è implementare la creatività, che viene incoraggiata ed indirizzata sulla strada di un percorso narrativo coerente e personale, sperimentare il role playing e accrescere il bagaglio lessicale e culturale dei discenti.

Il modulo intende introdurre gli studenti all’utilizzo della realtà virtuale (VR: virtual reality) nella didattica.

Facendo leva sulla naturale predisposizione dei “Nativi Digitali” ad utilizzare le tecnologie, soprattutto per scopi ludici, si propongono attività coinvolgenti altamente innovative e – quindi – maggiormente capaci di generare conoscenze profonde e durature e, in definitiva, utilizzate come stimolo per favorire l’apprendimento.

Obiettivo del corso è introdurre i discenti alla mixed reality, insegnare loro a creare autonomamente contenuti didattici in 3D e favorendo un apprendimento maggiormente incisivo.

Il corso permette agli studenti di ideare, progettare e creare oggetti di design Made in Italy, realizzati con scarti di aziende o materiale di riciclo.

Il corso, inoltre, mira a sensibilizzare gli studenti al riciclo creativo e al recupero di materiali di scarto, attraverso la trasformazione dei residui, in nuovi oggetti dotati di rinnovate funzionalità. In questo modo, gli alunni comprenderanno praticamente come sia possibile restituire una seconda vita a un oggetto apparentemente non più utilizzabile, dandogli anche un valore aggiunto. 

Obiettivo del corso è far comprendere ai discenti come sia possibile estendere la logica “circolare” a tutti prodotti, con la consapevolezza che ogni oggetto, una volta utilizzato, può e deve essere destinato ad essere riparato e riutilizzato, anche e soprattutto a fronte della tutela ambientale.

Il corso permette agli studenti di acquisire le capacità necessarie per realizzare oggetti in cartapesta.

Si parte dal disegno su cartelloni degli oggetti da realizzare, per poi passare al disegno 3D dell’oggetto attraverso un programma di modellazione semplice ed accessibile alla loro età, Tinkercad. Il prototipo realizzato funge da matrice per la realizzazione di un calco in gesso che farà da modello per l’oggetto in cartapesta.

Obiettivo del corso è fornire ai discenti gli strumenti adeguati per interfacciarsi con il digitale in modo semplice e ludico, imparando a realizzare piccoli oggetti in 3D, grazie ad un apprendimento basato sul learning by doing.

Il modulo mira a fornire le conoscenze e competenze riguardanti i nuovi mezzi di comunicazione, incentrandosi nelle sue forme più innovative: internet e i social media. I discenti acquisiranno conoscenze riguardanti contenuti, limiti, strutture, opportunità e rischi concernenti i nuovi mezzi di comunicazione.

Obiettivo del corso è indurre gli studenti ad un utilizzo persuasivo, strategico e consapevole di tali strumenti di comunicazione. 

ELEMENTARI E MEDIE: I CORSI AVANZATI
TUTTI I CORSI AVANZATI PER STUDENTI
Il corso insegna gli studenti a progettare – attraverso il software di modellazione 3D Tinkercad – e realizzare un sistema per la coltivazione idroponica di vegetali ed ortaggi di piccole dimensioni.

La struttura autoportante, viene assemblata da conci discreti realizzati grazie all’utilizzo delle tecnologie di stampa 3D. Una volta realizzato, il sistema viene poi integrato della tecnologia Arduino per il controllo in remoto delle qualità della coltivazione (luce, ph, temperatura e umidità). Il progetto realizzato resterà in dotazione all’istituto scolastico partecipante.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti di competenze sull’utilizzo degli strumenti di programmazione assistita, di prototipazione rapida e di programmazione elettronica, nonché sulla costruzione fai-da-te di sistemi per la coltivazione in idroponica.

ponFraccacretaMedaarch_ost02mod

Il corso permette agli alunni di acquisire le capacità necessarie per progettare prototipi e soluzioni per la propria città, che siano dotati di “intelligenza” e che riescano a comunicare con le esigenze del territorio locale, per renderla più sostenibile e “smart”, grazie ad un sapiente utilizzo della scheda elettronica Arduino.

Obiettivo del corso è promuovere la diffusione di modelli e comportamenti virtuosi nei confronti dell’ambiente, con particolare attenzione alla raccolta e differenziazione dei rifiuti, al risparmio idrico e energetico, ad un consumo consapevole, alla riduzione degli sprechi, alla mobilità sostenibile, a partire dallo sviluppo di progetti e soluzioni per rendere più “intelligente” ed ecosostenibile la propria città.

 

Il corso insegna a progettare e realizzare “souvenir intelligenti” che mettano in relazione il turista e l’opera artistica che ha vissuto, restituendo all’utente anche delle informazioni pertinenti dell’opera da lui fruita.

Il corso mostra inoltre agli studenti l’Internet delle cose (IoT), insegnando loro a dotare i souvenir, stampati in 3D, di un’identità “digitale” e a connetterli tra di loro in rete. In particolare, una volta progettati con programmi di modellazione 3D (Rhinoceros 3D) e prototipati attraverso l’utilizzo della stampante 3D, gli oggetti progettati per essere souvenir rappresentanti opere d’arte, verranno integrati della tecnologia Arduino, per l’interazione con l’utente che li usa e li esperisce.

Obiettivo del corso è promuovere il patrimonio artistico nazionale e internazionale, integrandolo con strumenti di programmazione assistita, di prototipazione rapida e programmazione elettronica, approcciando gli studenti all’utilizzo delle nuove tecnologie.

interactioDesign_medaarch

Il corso ha come obiettivo principale l’introduzione alla realizzazione pratica di strumenti musicali partendo da materiali di riciclo, attraverso l’uso di materiale didattico open source fruibile in rete e usando come base gli strumenti musicali semplici della tradizionale musica popolare locale. 

Durante il corso si costruirà un piccolo strumento musicale utilizzando materiali facilmente reperibili e materiali riciclabili e inoltre si spiegheranno alcuni concetti didattici alla base del design dal riciclo. Successivamente, gli studenti apprenderanno l’utilizzo della scheda elettronica Arduino, per “dar vita” allo strumento realizzato. 

Obiettivo del corso è realizzare uno strumento musicale in grado di riprodurre un suono elettronico, partendo dalla sua realizzazione con materiali di riciclo ed affiancando, in un secondo momento, la programmazione elettronica.

Costruire strumenti musicali con materiali di riclo 2+credits

Il corso permette di calcolare l’area di semplici figure scomponendole in figure elementari (ad esempio triangoli); riprodurre figure e disegni geometrici utilizzando strumenti come riga, squadra, compasso, software di geometria e infine la stampante 3D; comporre le figure elementari stampate in 3D (triangoli, quadrati, etc.) per la creazione di figure geometriche più complesse (case, animali, etc.); descrivere figure complesse e costruzioni geometriche al fine di comunicarle ad altri e riprodurre figure e disegni geometrici in base a una descrizione e codificazione fatta da altri.

Obiettivo del corso è insegnare i discenti ad usare software di geometria e macchine di prototipazione (stampante 3D) per applicare i principi della matematica e della geometria e migliorare l’apprendimento degli stessi attraverso un approccio laboratoriale e una riproduzione in 3D figure e disegni geometrici.

Il corso permette agli alunni di acquisire le capacità necessarie per mappare aree verdi, parchi e spazi urbani, al fine di sviluppare progetti di gestione e cura delle aree analizzate. 

Obiettivo del corso è dotare gli allievi di conoscenze e competenze per eseguire il mapping di un territorio, al fine di comprenderne le peculiarità naturali e socio-culturali e di sviluppare progetti di valore riguardanti la cura e la gestione dell’area mappata.

self mapping (2)

Il corso è volto a presentare ai discenti com’è possibile creare una sapiente commistione tra l’uso di tecniche artigianali classiche e l’utilizzo di nuove tecnologie digitali. 

Il corso, infatti, si propone di mostrare agli studenti le opportunità offerte alla tradizionale produzione di ceramica locale dagli strumenti di programmazione assistita e di prototipazione rapida. Nello specifico, il corso prevede due opzioni di percorso didattico:

  •  la prima opzione riguarda un percorso di scansione 3D, modellazione 3D e preparazione dei file necessari alla stampa 3D;
  •  la seconda opzione prevede un percorso di realizzazione di oggetti veri e propri grazie all’uso di una stampante 3D che estrude ceramica.

Obiettivo del corso è promuovere la conoscenza della tradizionale produzione artistica locale della ceramica e iniziare i discenti a progettare e realizzare gli oggetti mediante l’utilizzo della stampante 3D.

Restauriamo la tradizione

Il corso insegna a progettare e realizzare sistemi di salvaguardia di beni turistici ed archeologici, attraverso la scansione, la digitalizzazione e la stampa 3D di opere d’arte che necessitano di un restauro o di una riqualificazione in toto o in parte. 

In particolare, gli studenti impareranno a scansionare tridimensionalmente un oggetto d’arte, tramite l’apposito scannerScan in a box”, e a modellare in 3D , attraverso il  software “Tinkercad”, le apposite parti che necessitano di restauro. Successivamente impareranno a preparare i file necessari alla stampa 3D dell’oggetto riprodotto e, infine, procederanno alla prototipazione vera e propria attraverso la stampante 3D.

Obiettivo del corso è promuovere la conoscenza del patrimonio artistico e iniziare i discenti a progettare e realizzare soluzioni di recupero o riqualificazione di opere d’arte che necessitano di restauro, grazie all’ausilio delle moderne tecniche e tecnologie di fabbricazione digitale.

Il corso insegna a progettare e realizzare dispositivi biomedicali low cost, open source e stampabili in 3D.

In particolare, il corso insegna i discenti a ideare con software di modellazione 3D e a realizzare tridimensionalmente con la stampante 3D, prototipi di protesi come le ossa del bacino, del cranio,  arti superiori e/o inferiori con impugnature meccaniche, targhette per ipovedenti e altro. Realizzare protesi con le stampanti 3D dà l’opportunità ai discenti di imparare a lavorare con strumenti a basso costo e all’avanguardia che rappresentano la risposta futura per la ricerca di nuove soluzioni in campo medico-chirurgico. Inoltre, creare una protesi in toto o nei suoi elementi, attraverso l’uso di tecnologie di fabbricazione digitale, consente ai discenti di valutare il loro progetto, verificandone la funzionalità, e apportando eventuali migliorie ad alcuni aspetti del loro progetto.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti di conoscenze e competenze sulla programmazione assistita, sulla prototipazione rapida, sulla progettazione e  sulla realizzazione di modelli di protesi che siano open source e a basso costo.

Il corso insegna ai discenti a modellare tridimensionalmente, a prototipare tramite stampante 3D e a programmare un robot completamente personalizzato.

Dapprima gli studenti modelleranno, tramite software Tinkercad, le singole parti del robot, e successivamente prepareranno, tramite software Cura, i file necessari alla stampa. Dopo aver provveduto alla stampa tridimensionale delle singole componenti, provvederanno al loro assemblaggio e all’integrazione elettronica, tramite scheda Arduino.

Obiettivo del corso è fornire agli studenti le conoscenze in relazione all’utilizzo degli strumenti di fabbricazione digitale, prototipazione elettronica e robotica.

Il percorso mira a presentare agli studenti gli strumenti utili alla creazione di un’app, al fine di costruire un sistema attivo sul territorio per la promozione e la diffusione del patrimonio locale.

Durante il corso i ragazzi apprenderanno l’utilizzo del Mobile App: Scenario, del benchmarking, dell’App Store Optimization, dei principi di App Design; si dedicheranno attivamente alla progettazione e creazione di un’app per l’arte e alla sua promozione attraverso un sapiente utilizzo dei social media.

Obiettivo del corso è far comprendere l’importanza dei nuovi mezzi di comunicazione per la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico.

 

L'arte a portata di app+credits

Il corso insegna ai discenti come realizzare un sito per promuovere il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico tramite WordPress e trasmette loro i fondamenti necessari alla comunicazione on-line.

Gli studenti acquisiscono, in tal modo, gli strumenti utili alla progettazione e alla realizzazione di un sito web per il patrimonio artistico e culturale e la sua promozione attraverso i social media.

Obiettivo del corso è comprendere l’importanza dei nuovi mezzi di comunicazione per la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico.

 

L'arte in web+credits

Il corso trasferisce ai discenti i principali aspetti del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico locale attraverso attività laboratoriali e di co-progettazione. 

I discenti saranno chiamati a scrivere articoli, racconti o saggi riguardanti il patrimonio locale e/o a realizzare interviste a rappresentanti di della cultura locale. Gli elaborati prodotti in modalità digitale verranno analizzati attraverso momenti di confronto e dibattito aperto, durante i quali gli alunni stessi interverranno attivamente proponendo le loro idee ed opinioni. Ogni studente, inoltre, sarà invogliato a comunicare all’esterno l’esperienza fatta durante il corso imparando ad utilizzare i social network per fini  divulgativi e promozionali.

Obiettivo del corso è promuovere la conoscenza del patrimonio artistico e culturale, fornendo ai discenti strumenti adeguati per interfacciarsi con la scrittura creativa.

TUTTI I CORSI BASE PER STUDENTI
STUDENTI SUPERIORI: TUTTI I CORSI BASE
Il corso permette agli studenti di acquisire le capacità necessarie per progettare oggetti e prototiparli con la stampante 3D. 

Il modulo si articola in due sezioni: 

  • ideazione grafica e la modellazione dell’oggetto attraverso il software di progettazione tridimensionale Rhinoceros
  • fabbricazione digitale: gli studenti realizzano i prototipi di progetto attraverso l’utilizzo della stampante 3D e del software di preparazione dei file per la stampa 3D. 

Il corso proposto sfrutta la metodologia del learning by doing ed è programmato in coerenza con le competenze dei partecipanti, mirando a rafforzare le loro motivazioni ad apprendere, favorendo la riflessione e la partecipazione attiva e costruendo o rafforzando capacità, conoscenze e abilità.

Obiettivo del corso è fornire agli studenti le competenze sulla progettazione assistita e sull’utilizzo della stampante 3D per la prototipazione rapida dei loro progetti.

IMG_9713web

Il corso permette agli studenti di approcciarsi in modo creativo al mondo della robotica, grazie ai Lego Mindstorm

Il corso insegna le basi della programmazione con il pc e del pensiero computazionale, competenze trasversali necessarie per consentire ai discenti di sviluppare, attraverso strumenti innovativi, la propria creatività, il collaborative learning e le competenze digitali. Tali attività offrono agli studenti strumenti adeguati per approcciarsi alla logica computazionale facilmente e in maniera ludica, grazie all’utilizzo del principale software di visual programming Scratch e grazie alla composizione e alla programmazione del robot.

Obiettivo del corso è insegnare il ruolo della robotica nella trasformazione digitale, mostrando agli studenti la relazione tra programmazione e robotica.

Il corso mira a potenziare in maniera innovativa le competenze di base sulla lingua italiana.

Attraverso l’utilizzo di una piattaforma di visual programming, infatti, gli studenti imparano a programmare situazioni e azioni all’interno di un determinato ambiente. Mediante tali attività gli studenti sperimentano non solo l’utilizzo della logica di programmazione, ma sono anche chiamati a definire una vera e propria “storia”, in base alla quale strutturare la programmazione. Questo esercizio porta gli studenti a definire in modo chiaro, attraverso l’utilizzo di un lessico specifico, la storia che dovranno animare, e consente loro di prendere consapevolezza dell’importanza dell’utilizzo del linguaggio. Intersecando le pratiche di scrittura narrativa con quelle di scrittura digitale e informatica, il corso permette lo sviluppo e l’applicazione di competenze attraverso più media.

Obiettivo  del corso è introdurre i discenti al pensiero computazionale, attraverso l’utilizzo di una piattaforma semplice e intuitiva, e, al contempo, affinare la padronanza della lingua italiana e la creatività.

Il corso mira a rafforzare gli elementi grammaticali e lessicali essenziali della lingua italiana, nonché l’uso delle moderne tecnologie, attraverso la simulazione di una redazione giornalistica

Il corso si articolerà in due fasi:

  • presentazione della storia dell’editoria e passaggio dalla carta al digitale. Verranno illustrate, inoltre, le diverse forme della lettura e della scrittura e il confronto tra i diversi generi narrativi nonché i nuovi ruoli dell’editoria online: il ruolo del public editor, fact checking e i watchdog. La fase terminerà con l’esposizione dell’evoluzione della scrittura in ambiente digitale: la scrittura collaborativa, i dispositivi di lettura digitali e le loro caratteristiche.
  • momento laboratoriale, dedicato alla simulazione vera e propria della redazione giornalistica.

Le conoscenze maturate nella prima fase verranno immediatamente messe in pratica, attraverso la simulazione di una redazione editoriale, con la relativa ricerca di notizie, attraverso strumenti cartacei e digitali, stesura di articoli, impaginazione grafica degli stessi. In tale fase verranno messi in pratica gli strumenti narrativi acquisiti durante l’analisi teorica, attraverso la lettura di articoli, esercitazioni, confronti e correzioni. In tal modo gli alunni avranno la possibilità di confrontarsi con la professionalità dell’esperto e con le possibilità creative e gli strumenti a loro disposizione. 

Obiettivo del corso è implementare la creatività, che viene incoraggiata ed indirizzata sulla strada di un percorso narrativo coerente e personale, sperimentare il role playing e accrescere il bagaglio lessicale e culturale dei discenti.

Il modulo intende introdurre gli studenti all’utilizzo della realtà virtuale (VR: virtual reality) nella didattica. 

Facendo leva sulla naturale predisposizione dei “Nativi Digitali” ad utilizzare le tecnologie, soprattutto per scopi ludici, si propongono attività coinvolgenti altamente innovative e – quindi – maggiormente capaci di generare conoscenze profonde e durature e, in definitiva, utilizzate come stimolo per favorire l’apprendimento.

Obiettivo del corso è introdurre i discenti alla mixed reality, insegnare loro a creare autonomamente contenuti didattici in 3D e favorendo un apprendimento maggiormente incisivo.

Il corso permette agli studenti di ideare, progettare e creare oggetti di design Made in Italy, realizzati con scarti di aziende o materiale di riciclo.

Il corso, inoltre, mira a sensibilizzare gli studenti al riciclo creativo e al recupero di materiali di scarto, attraverso la trasformazione dei residui, in nuovi oggetti dotati di rinnovate funzionalità. In questo modo, gli alunni comprenderanno praticamente come sia possibile restituire una seconda vita a un oggetto apparentemente non più utilizzabile, dandogli anche un valore aggiunto. 

Obiettivo del corso è far comprendere ai discenti come sia possibile estendere la logica “circolare” a tutti prodotti, con la consapevolezza che ogni oggetto, una volta utilizzato, può e deve essere destinato ad essere riparato e riutilizzato, anche e soprattutto a fronte della tutela ambientale.

Il modulo mira a fornire le conoscenze e competenze riguardanti i nuovi mezzi di comunicazione, incentrandosi nelle sue forme più innovative: internet e i social media

I discenti acquisiranno conoscenze riguardanti contenuti, limiti, strutture, opportunità e rischi concernenti i nuovi mezzi di comunicazione.

Obiettivo del corso è indurre gli studenti ad un utilizzo persuasivo, strategico e consapevole di tali strumenti di comunicazione.

Il corso parte dalle basi della programmazione con Arduino (piattaforma di prototipazione elettronica open-source che si basa su hardware e software flessibili e facili da usare), fino ad arrivare all’interazione tra un oggetto fisico e un input informativo mostrando concretamente cosa è l’internet delle cose.

Obiettivo del corso è quello di iniziare i discenti alla programmazione elettronica, permettendo loro di acquisire capacità computazionali.

arduino2

TUTTI I CORSI AVANZATI PER STUDENTI
STUDENTI SUPERIORI: I CORSI AVANZATI
Il corso insegna gli studenti a progettare – attraverso il software di modellazione 3D Rhinoceros– e realizzare un sistema per la coltivazione idroponica di vegetali ed ortaggi di piccole dimensioni. La struttura autoportante, viene assemblata da conci discreti realizzati grazie all’utilizzo delle tecnologie di stampa 3D. Una volta realizzato, il sistema viene poi integrato della tecnologia Arduino per il controllo in remoto delle qualità della coltivazione (luce, ph, temperatura e umidità). Il progetto realizzato resterà in dotazione all’istituto scolastico partecipante.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti di competenze sull’utilizzo degli strumenti di programmazione assistita, di prototipazione rapida e di programmazione elettronica, nonché sulla costruzione fai-da-te di sistemi per la coltivazione in idroponica.

ponFraccacretaMedaarch_ost02mod

Il corso permette agli alunni di acquisire le capacità necessarie per progettare prototipi e soluzioni per la propria città, che siano dotati di “intelligenza” e che riescano a comunicare con le esigenze del territorio locale, per renderla più sostenibile e “smart”, grazie ad un sapiente utilizzo della scheda elettronica Arduino.

Obiettivo del corso è promuovere la diffusione di modelli e comportamenti virtuosi nei confronti dell’ambiente, con particolare attenzione alla raccolta e differenziazione dei rifiuti, al risparmio idrico e energetico, ad un consumo consapevole, alla riduzione degli sprechi, alla mobilità sostenibile, a partire dallo sviluppo di progetti e soluzioni per rendere più “intelligente” ed ecosostenibile la propria città.

Il corso ha come obiettivo principale l’introduzione alla realizzazione pratica di strumenti musicali partendo da materiali di riciclo, attraverso l’uso di materiale didattico open source fruibile in rete e usando come base gli strumenti musicali semplici della tradizionale musica popolare locale. 

Durante il corso si costruirà un piccolo strumento musicale utilizzando materiali facilmente reperibili e materiali riciclabili e inoltre si spiegheranno alcuni concetti didattici alla base del design dal riciclo. Successivamente, gli studenti apprenderanno l’utilizzo della scheda elettronica Arduino, per “dar vita” allo strumento realizzato. 

Obiettivo del corso è realizzare uno strumento musicale in grado di riprodurre un suono elettronico, partendo dalla sua realizzazione con materiali di riciclo ed affiancando, in un secondo momento, la programmazione elettronica.

Costruire strumenti musicali con materiali di riclo 2+credits

Il corso permette di calcolare l’area di semplici figure scomponendole in figure elementari (ad esempio triangoli); riprodurre figure e disegni geometrici utilizzando strumenti come riga, squadra, compasso, software di geometria e infine la stampante 3D; comporre le figure elementari stampate in 3D (triangoli, quadrati, etc.) per la creazione di figure geometriche più complesse (case, animali, etc.); descrivere figure complesse e costruzioni geometriche al fine di comunicarle ad altri e riprodurre figure e disegni geometrici in base a una descrizione e codificazione fatta da altri.

Obiettivo del corso è insegnare i discenti ad usare software di geometria e macchine di prototipazione (stampante 3D) per applicare i principi della matematica e della geometria e migliorare l’apprendimento degli stessi attraverso un approccio laboratoriale e una riproduzione in 3D figure e disegni geometrici.

Il corso permette agli alunni di acquisire le capacità necessarie per mappare aree verdi, parchi e spazi urbani, al fine di sviluppare progetti di gestione e cura delle aree analizzate. 

Obiettivo del corso è dotare gli allievi di conoscenze e competenze per eseguire il mapping di un territorio, al fine di comprenderne le peculiarità naturali e socio-culturali e di sviluppare progetti di valore riguardanti la cura e la gestione dell’area mappata.

self mapping (2)

Il corso è volto a presentare ai discenti com’è possibile creare una sapiente commistione tra l’uso di tecniche artigianali classiche e l’utilizzo di nuove tecnologie digitali. 

Il corso, infatti, si propone di mostrare agli studenti le opportunità offerte alla tradizionale produzione di ceramica locale dagli strumenti di programmazione assistita e di prototipazione rapida. Nello specifico, il corso prevede due opzioni di percorso didattico:

  •  la prima opzione riguarda un percorso di scansione 3D, modellazione 3D e preparazione dei file necessari alla stampa 3D;
  •  la seconda opzione prevede un percorso di realizzazione di oggetti veri e propri grazie all’uso di una stampante 3D che estrude ceramica.

Obiettivo del corso è promuovere la conoscenza della tradizionale produzione artistica locale della ceramica e iniziare i discenti a progettare e realizzare gli oggetti mediante l’utilizzo della stampante 3D.

Restauriamo la tradizione

Il corso insegna a progettare e realizzare sistemi di salvaguardia di beni turistici ed archeologici, attraverso la scansione, la digitalizzazione e la stampa 3D di opere d’arte che necessitano di un restauro o di una riqualificazione in toto o in parte. 

In particolare, gli studenti impareranno a scansionare tridimensionalmente un oggetto d’arte, tramite l’apposito scannerScan in a box”, e a modellare in 3D , attraverso il  software “Rhinoceros”, le apposite parti che necessitano di restauro. Successivamente impareranno a preparare i file necessari alla stampa 3D dell’oggetto riprodotto e, infine, procederanno alla prototipazione vera e propria attraverso la stampante 3D.

Obiettivo del corso è promuovere la conoscenza del patrimonio artistico e iniziare i discenti a progettare e realizzare soluzioni di recupero o riqualificazione di opere d’arte che necessitano di restauro, grazie all’ausilio delle moderne tecniche e tecnologie di fabbricazione digitale.

Il corso insegna a progettare e realizzare dispositivi biomedicali low cost, open source e stampabili in 3D.

In particolare, il corso insegna i discenti a ideare con software di modellazione 3D e a realizzare tridimensionalmente con la stampante 3D, prototipi di protesi come le ossa del bacino, del cranio,  arti superiori e/o inferiori con impugnature meccaniche, targhette per ipovedenti e altro. Realizzare protesi con le stampanti 3D dà l’opportunità ai discenti di imparare a lavorare con strumenti a basso costo e all’avanguardia che rappresentano la risposta futura per la ricerca di nuove soluzioni in campo medico-chirurgico. Inoltre, creare una protesi in toto o nei suoi elementi, attraverso l’uso di tecnologie di fabbricazione digitale, consente ai discenti di valutare il loro progetto, verificandone la funzionalità, e apportando eventuali migliorie ad alcuni aspetti del loro progetto.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti di conoscenze e competenze sulla programmazione assistita, sulla prototipazione rapida, sulla progettazione e  sulla realizzazione di modelli di protesi che siano open source e a basso costo.

Il corso insegna ai discenti a modellare tridimensionalmente, a prototipare tramite stampante 3D e a programmare un robot completamente personalizzato.

Dapprima gli studenti modelleranno, tramite software Rhinoceros 3D, le singole parti del robot, e successivamente prepareranno, tramite software Cura, i file necessari alla stampa. Dopo aver provveduto alla stampa tridimensionale delle singole componenti, provvederanno al loro assemblaggio e all’integrazione elettronica, tramite scheda Arduino.

Obiettivo del corso è fornire agli studenti le conoscenze in relazione all’utilizzo degli strumenti di fabbricazione digitale, prototipazione elettronica e robotica.

Il percorso mira a presentare agli studenti gli strumenti utili alla creazione di un’app, al fine di costruire un sistema attivo sul territorio per la promozione e la diffusione del patrimonio locale.

Durante il corso i ragazzi apprenderanno l’utilizzo del Mobile App: Scenario, del benchmarking, dell’App Store Optimization, dei principi di App Design; si dedicheranno attivamente alla progettazione e creazione di un’app per l’arte e alla sua promozione attraverso un sapiente utilizzo dei social media.

Obiettivo del corso è far comprendere l’importanza dei nuovi mezzi di comunicazione per la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico.

 

L'arte a portata di app+credits

Il corso insegna ai discenti come realizzare un sito per promuovere il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico tramite WordPress e trasmette loro i fondamenti necessari alla comunicazione on-line.

Gli studenti acquisiscono, in tal modo, gli strumenti utili alla progettazione e alla realizzazione di un sito web per il patrimonio artistico e culturale e la sua promozione attraverso i social media.

Obiettivo del corso è comprendere l’importanza dei nuovi mezzi di comunicazione per la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico.

 

L'arte in web+credits

Il corso trasferisce ai discenti i principali aspetti del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico locale attraverso attività laboratoriali e di co-progettazione. 

I discenti saranno chiamati a scrivere articoli, racconti o saggi riguardanti il patrimonio locale e/o a realizzare interviste a rappresentanti di della cultura locale. Gli elaborati prodotti in modalità digitale verranno analizzati attraverso momenti di confronto e dibattito aperto, durante i quali gli alunni stessi interverranno attivamente proponendo le loro idee ed opinioni. Ogni studente, inoltre, sarà invogliato a comunicare all’esterno l’esperienza fatta durante il corso imparando ad utilizzare i social network per fini  divulgativi e promozionali.

Obiettivo del corso è promuovere la conoscenza del patrimonio artistico e culturale, fornendo ai discenti strumenti adeguati per interfacciarsi con la scrittura creativa.

Il corso insegna agli studenti a progettare, attraverso il software di modellazione 3D Rhinoceros, e a realizzare tramite la stampa 3D oggetti e strumenti necessari allo svolgimento di molteplici esperimenti, tra i quali ad esempio la realizzazione del piano inclinato per la determinazione del valore dell’accelerazione di gravità.

Parallelamente al lavoro quotidiano, inoltre, gli studenti sono invogliati a curare la comunicazione social dei propri progetti, al fine di imparare ad utilizzare in modo funzionale i social network per la comunicazione, in modalità di storytelling, del loro lavoro.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti delle competenze volte alla progettazione e alla realizzazione di modelli di apprendimento empirico di fenomeni fisici.Convegno stampa3d

Il corso insegna agli studenti a progettare, attraverso il software di modellazione 3D Rhinoceros, e a stampare in 3D oggetti e sistemi adatti allo studio e la ricerca scientifica

Ad esempio, si può arrivare alla realizzazione di un modello che evidenzia le varie facce della Luna/fasi lunari; oppure modelli dell’edificio vulcanico che permettano di capire come sono fatti i vulcani, perché si formano e cosa significa il rischio vulcanico; oppure pannelli volti ad illustrare i danni dei terremoti o il calore interno della Terra. Ancora, si può arrivare alla creazione di modelli stampati in 3D di rocce e minerali che permettano di chiarire bene le differenze tra i vari tipi di rocce e le modalità di formazione. L’oggetto prototipato resterà in dotazione all’istituto scolastico partecipante.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti delle competenze volte alla progettazione e alla realizzazione di modelli o ambienti di apprendimento empirico di fenomeni scientifici e di ricerca applicata.

Il corso permette agli studenti di acquisire le capacità necessarie per progettare e realizzare wearable technologies ovvero “tecnologie portabili ed indossabili”, modellate intorno al corpo delle persone.

Il corso si concentra sulla progettazione tramite software di modellazione 3D (Rhinoceros) e sulla prototipazione, attraverso la stampa 3D, di accessori moda. Una volta realizzato l’accessorio, questo viene reso “smart”, grazie all’inserimento di un sistema intelligente governato da Arduino. L’oggetto prototipato resterà in dotazione all’istituto scolastico partecipante.

Obiettivo del corso è insegnare agli studenti la progettazione assistita, la programmazione elettronica e l’utilizzo della stampa 3D per la realizzazione di accessori o inserti innovativi e “smart” per il fashion design.

Il corso pone le basi necessarie per la progettazione, attraverso il software di modellazione 3D Rhinoceros, e la realizzazione, tramite la stampante 3D, di elementi di fashion design

Nello speci­fico, i discenti lavoreranno all’ideazione, alla modellazione 3D e alla prototipazione di un pattern di tessuto, che diventerà l’inserto di un abito, e di un accessorio moda.  Inoltre, gli studenti cureranno la comunicazione social del proprio progetto, in modalità storytelling. L’oggetto prototipato resterà in dotazione all’istituto scolastico partecipante.

Obiettivo del percorso è dotare gli studenti delle competenze sulla progettazione assistita, sulla prototipazione rapida attraverso la stampa 3D, sulla comunicazione e sull’utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media.

Il corso insegna agli studenti a progettare, attraverso il software di modellazione 3D Rhinoceros, e realizzare con la stampante 3D modellini o plastici per l’architettura attraverso l’utilizzo della fabbricazione digitale

In particolare, i discenti apprenderanno le tecniche di progettazione e modellazione 3D di oggetti architettonici e di elementi finiti di edifici. I modellini, una volta progettati dai discenti, saranno prototipati attraverso l’utilizzo della stampante 3D, rifiniti ed assemblati per poi essere montati. Realizzare un plastico stampando in 3D i suoi elementi, dà l’opportunità ai discenti di valutare il loro progetto, verificandone l’impatto che avrebbe sul territorio, i limiti e i punti di forza, e apportando eventuali migliorie ad alcuni aspetti del loro disegno, in modo da imparare a controllare la funzionalità e l’estetica della loro idea. 

Obiettivo del corso è dotare gli studenti delle competenze volte allo sviluppo di modelli concettuali che siano da supporto alle scelte progettuali, per identificare le peculiarità del loro progetto e metterle in luce evidenziandone le potenzialità e i dettagli costruttivi.

Il corso permette agli studenti di acquisire le capacità necessarie per ideare, modellare in 3D, tramite progettazione assistita, e realizzare modelli di mattonelle in legno

Una volta ideati, tali modelli saranno fresati attraverso l’utilizzo della milling machine 3 assi presente al nostro fablab. I discenti lavoreranno anche ad un progetto grafico di comunicazione sui modelli realizzati, imparando a progettare ed impostare il layout di un proprio sito web, a realizzare lo shooting fotografico (produzione e post-produzione) dei loro modelli di mattonelle e a curare la comunicazione social dei propri progetti. L’oggetto prototipato resterà in dotazione all’istituto scolastico partecipante.

Obiettivo del corso è fornire agli studenti le competenze sulla progettazione assistita, sulla prototipazione rapida attraverso l’utilizzo di macchine CNC, sulla comunicazione dei loro lavori e sull’utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media.

La parte laboratoriale, relativa all’utilizzo della milling machine 3 assi, deve essere necessariamente effettuata presso il Centro per l’Artigianato Digitale.

Il corso permette agli studenti di acquisire le capacità necessarie per costruire da soli la propria stampante 3D attraverso un modello didattico della stessa, appositamente realizzato per le scuole.

Una volta realizzata la stampante, verrà testa la sua funzionalità. La stampante 3D realizzata, resterà in dotazione all’istituto scolastico partecipante.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti delle competenze volte alla progettazione e alla realizzazione fai-da-te di una stampante 3D.

Il corso si basa sulla progettazione di oggetti e packaging “smart”, ovvero dotati di una identità “digitale” e in grado di connettersi tra di loro in rete, attraverso strumenti tecnologici (comunicazione wireless, sensori, attuatori, RFID, Arduino..) e le strutture di connettività (infrastrutture cloud, sistemi P2P, etc.),grazie ai quali gli oggetti e le persone possono comunicare tra di loro scambiandosi informazioni in maniera diretta e immediata. 

In particolare, una volta progettati con programmi di modellazione 3D (Rhinoceros 3D) e prototipati attraverso l’utilizzo della stampante 3D, gli oggetti e i packaging progettati per i cibi o le bevande, verranno integrati della tecnologia Arduino, per l’interazione, la sicurezza, la tracciabilità e il controllo in remoto della qualità dei prodotti stessi. L’oggetto prototipato resterà in dotazione all’istituto scolastico partecipante.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti delle competenze volte alla ricerca, alla progettazione e alla prototipazione di oggetti e packaging intelligenti, di metodi e strategie per renderli tracciabili e “reperibili” e sull’individuazione dei principali ambiti di applicazione dell’internet delle cose, in modo da capire quali sono i reali vantaggi legati a progetti IoT, quali siano le applicazioni oggi sostenibili dal punto di vista economico, le barriere (tecnologiche, economiche, organizzative) da superare per garantire la sostenibilità delle soluzioni proposte, e soprattutto il percorso da seguire per cogliere i benefici. 

Il corso introduce i discenti alle nuove tecnologie di manifattura digitale applicate al campo odontotecnico

In particolare, il modulo si propone di presentare agli studenti le potenzialità offerte dall’utilizzo della stampa 3D, che rende possibile l’odontotecnica digitale, ovvero quel modo di lavorare che velocizza la produzione dei componenti, migliorando nello stesso tempo qualità e precisione.

Obiettivo del corso è aiutare a comprendere come la stampa 3D stia cambiando il modo di operare in questo settore, senza togliere valore alle tecniche manuali, bensì incrementandole e creando una sinergia nella quale ogni competenza, sia manuale che digitale, è essenziale e diventa complementare ed imprescindibile rispetto all’altra.

ll corso intende trasferire competenze di base riguardanti la progettazione grafica con particolare attenzione verso le più adeguate tecniche di comunicazione, al fine di rendere accattivante la trasmissione del messaggio. 

Si intende,infatti, porre l’accento sugli infiniti vantaggi che una valida progettazione grafica può fornire alla comunicazione di un messaggio di diversa natura: promozionale, informativo o di servizio. Saranno fornite agli studenti le competenze necessarie per la progettazione grafica di materiale informativo o promozionale con l’utilizzo di programmi del pacchetto ADOBE come Photoshop e Illustrator. In questa fase verranno inoltre definite le migliori strategie finanziarie e di marketing della loro impresa simulata.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti delle capacità necessarie per realizzare infografiche, brochure, opuscoli promozionali o informativi e fornire gli stessi delle conoscenze relative ai programmi di grafica.3D_Printing_Photoshop_CC_02

Il corso mira ad insegnare ai discenti come è possibile realizzare un sito web aziendale e come apprendere i fondamenti necessari alla comunicazione online.

Agli studenti verrà insegnato come realizzare,  personalizzare e gestire un sito web aziendale, insegnando loro a usare programmi come WordPress.

Obiettivo del corso è fornire agli studenti gli strumenti utili alla progettazione ed alla realizzazione di un sito web ed introdurre gli stessi alla comunicazione d’impresa, utilizzando in modo funzionale i social network per la comunicazione.

Il corso mira alla creazione di un’app e trasmette ai discenti l’utilizzo del Mobile App Scenario, del benchmarking, dell’app Store Optimization, dei principi di App Design.

Durante il corso gli studenti comprenderanno i fondamenti necessari alla comunicazione on-line al fine di favorire la promozione di un’app attraverso un sito web e i social media. Le attività si articoleranno in fasi distinte che punteranno, attraverso un percorso esperienziale, al trasferimento del know how necessario alla creazione di un’app e alla comprensione dei fondamenti necessari alla comunicazione on-line.

Obiettivo del corso è fornire agli studenti gli strumenti utili alla progettazione ed alla realizzazione di un’app e gli elementi essenziali della comunicazione d’impresa e di marketing.

Il corso insegna a progettare e realizzare “souvenir intelligenti” che mettano in relazione il turista e l’opera artistica che ha vissuto, restituendo all’utente anche delle informazioni pertinenti dell’opera da lui fruita.

Il corso mostra inoltre agli studenti l’Internet delle cose (IoT), insegnando loro a dotare i souvenir, stampati in 3D, di un’identità “digitale” e a connetterli tra di loro in rete.

In particolare, una volta progettati con programmi di modellazione 3D (Rhinoceros 3D) e prototipati attraverso l’utilizzo della stampante 3D, gli oggetti progettati per essere souvenir rappresentanti opere d’arte, verranno integrati della tecnologia Arduino, per l’interazione con l’utente che li usa e li esperisce.

Obiettivo del corso è promuovere il patrimonio artistico nazionale e internazionale, integrandolo con strumenti di programmazione assistita, di prototipazione rapida e programmazione elettronica, approcciando gli studenti all’utilizzo delle nuove tecnologie.

Il corso si propone di introdurre i discenti alle nuove tecnologie di manifattura digitale applicate alla realizzazione di bioplastiche.

In particolare, attraverso l’utilizzo del software Rhinoceros, i discenti impareranno a progettare e modellare in 3D degli stampi che verranno successivamente prototipati attraverso l’utilizzo della stampante 3D. Successivamente gli studenti realizzeranno delle bioplatische con materiali casalinghi, mettendo in pratica in tal modo concetti chiave della chimica e della biologia. Una volta realizzate le bioplastiche, queste verranno colate all’interno degli stampi per la realizzazione di oggetti.  Il corso utilizza la metodologia del learning by doing, che consente agli studenti di affrontare temi talvolta anche complessi, con un approccio pratico e costruttivo.

Obiettivo del corso è dotare gli studenti di conoscenze e competenze sulla programmazione assistita, sulla prototipazione rapida, sulla progettazione e realizzazione di bioplastiche.

Il DNA è una lunga molecola che contiene il “progetto” di un determinato essere vivente, sia esso un vegetale, un animale o anche un microrganismo. Negli organismi superiori, il DNA è contenuto nel nucleo delle cellule. Salvo alcune eccezioni come le cellule del sangue dei mammiferi che sono prive di nucleo, tutte le cellule di un organismo vivente possiedono una copia di DNA. Le cellule ne utilizzano determinate parti o geni per produrre le proteine di cui hanno bisogno. Con un semplice esperimento è possibile estrarre un po’ di DNA da un frutto, come un kiwi, o da ortaggi. Si tratta di un esperimento che può essere realizzato tanto in casa quanto in un laboratorio scolastico.

Il corso prevede una prima parte introduttiva al mondo della Biologia, seguita dalla spiegazione di come poter lavorare con il DNA e come sia possibile combinarlo per generare vita, per finire con l’attuazione dell’esperimento in sé da parte dell’intera classe.

Obiettivo del corso è trasferire le conoscenze riguardanti la biologia applicata attraverso il metodo del learning by doing. Questo approccio didattico consente, attraverso sperimentazioni laboratoriali, di apprendere alcuni dei principi base della scienza e della biologia.

La Stampa 3D è una tecnologia incredibile capace di dare un’infinità di possibilità ad architetti, ingegneri e designers. Al giorno d’oggi tuttavia ci sono alcuni limiti importanti di questa tecnologia, in particolare la grandezza degli oggetti stampati (molto limitata) ed il costo da affrontare per stampe particolarmente grandi. Tramite l’utilizzo e la stampa manuale di bio-plastiche, tuttavia, questi due limiti possono essere facilmente superati dando la possibilità, in particolare agli architetti, di realizzare bellissime costruzioni della grandezza che preferiscono.

Il corso prevede una prima parte in cui è introdotto il concetto di deposizione di Materiale e la tecnologia della Stampa 3D, per proseguire con una panoramica sull’utilizzo della Stampa 3D nei vari settori artigianali.  Si passa successivamente alla realizzazione materica della bioplastica per finire con la deposizione manuale a creare una struttura architettonica.

Obiettivo del corso è il trasferimento di saperi ibridati tra differenti ambiti della conoscenza. In particolare, la biologia, la tecnologia della stampa 3D e i principi base del design industriale sono calibrati in maniera da fornire allo studente competenze per la realizzazione di oggetti di design a matrice biologica.

Il termine Plastica, oggi, si riferisce al polimero a base di petrolio la cui produzione è iniziata su scala industriale nel 1940 circa. Oggi questo prodotto è utilizzato in applicazioni che spaziano dall’elettronica all’arredamento e in molto altro. Nel 2012 la produzione totale di plastica annua ha raggiunto la cifra di 288 milioni di tonnellate di cui il 40% è usato nel packaging a breve termine. Nel 2016 si è stimato che circa 268 tonnellate di plastica galleggiano negli oceani. Grazie alle bioplastiche, tuttavia, il tutto può diventare molto più ecosostenibile.

Durante il corso, dopo una breve introduzione sul polimero della plastica e sulle problematiche che la lavorazione e lo smaltimento comportano, verranno introdotte due tipologie di bioplastiche: la bioplastica a base di caseina e quella a base di amido di mais. Successivamente verrà realizzata la prima tipologia direttamente dagli studenti. L’obiettivo del corso si focalizza sul trasferimento di conoscenze e competenze in ambito biologico applicate nel settore della manifattura.

Obiettivo del corso è introdurre ai partecipanti i concetti di ecosostenibilità della produzione ed ecologia dell’ambiente accrescendone competenze tecnologiche, biologiche e culturali.

L’industria della moda è la seconda al mondo in quanto a grandezza. Durante l’estrazione del materiale e la successiva produzione una grande quantità di gas e materiale tossico viene rilasciato nell’aria. Nell’ottica di risolvere o, almeno, diminuire questa problematica si è cercato di sviluppare un processo meno dispendioso e sicuramente più sostenibile.

Il corso,dopo una rapida introduzione al mondo del fashion e a come avviene la produzione di tessuti e la lavorazione di determinati capi, spiega come il problema della scarsa ecosostenibilità del modello può essere risolto grazie all’utilizzo di plastiche bio. Verrà quindi prodotto un filo per tessuti biologico e realizzato un piccolo pezzo di tessuto.

Obiettivo del corso è quello di fornire ai partecipanti un nuovo paradigma per la progettazione e fabbricazione ecosostenibile di abiti ed oggetti dedicati alla moda e al design.

Il Kombucha è una bevanda effervescente e piccante a base di tè zuccherato fermentato, molto utilizzata un po’ in tutto il mondo. Utilizzando appunto prodotti di largo consumo (tè, acqua, zucchero, lieviti, ecc.) si è riusciti a stabilizzare un processo che permette la crescita del tessuto celluloso in forme prestabilite, ottimizzando i processi di fabbricazione classica. Partendo da piastre di SCOBY (Symbiotic Culture Of Bacteria and Yeast), si è arrivati alla realizzazione di un tessuto con caratteristiche simili a quelle della pelle con proprietà trasversali applicabili al settore biomedicale, manifatturiero, moda, design. I tessuti a matrice batterica, inoltre, si propongono come alternativi alla filiera industriale della produzione di cellulosa da alberi, abbassando quasi a zero l’impatto ambientale. Hanno inoltre innumerevoli vantaggi, a partire dalle caratteristiche capacitive.

 

Il corso, dopo una rapida introduzione sulla Biologia ed in particolare su tutto ciò che riguarda il mondo dei batteri e della loro crescita, spiega il processo innovativo creato per ottenere la cellulosa. Segue una fase laboratoriale in cui saranno gli stessi studenti a produrne una piccola quantità di kombucha Scoby.

Obiettivo  del corso è trasferire competenze e conoscenze riguardanti l’ambito della biologia attraverso un approccio allo studio fortemente esperienziale. In particolare la metodologia del learning by doing fornisce ai partecipanti esperienze laboratoriali concrete attraverso cui rendere manifesti alcuni dei principi base della biologia e delle scienze della vita.

Poter realizzare un’incubatrice a scuola è una delle esperienze più avvincenti per gli studenti. E’ un primo contatto con il processo che porta dalla creazione/progettazione alla nascita di vita, ed è un’esperienza che difficilmente può essere dimenticata. All’interno dell’incubatrice in questione possono essere fatti crescere diversi organismi semplici ma anche uova da cui nasceranno… pulcini!

 Il corso, dopo una rapida disanima sulle possibilità che oggi la fabbricazione digitale ci permette nel realizzare dispositivi a basso costo ed a casa, verterà principalmente su un’attività laboratoriale in cui verrà realizzata materialmente un’incubatrice da parte degli studenti. All’interno dell’incubatrice verranno poi fatte crescere strutture organiche.

Obiettivo del corso è aumentare le competenze logiche e creative dei partecipanti attraverso l’ideazione e la realizzazione di un apparato biomedicale realizzato attraverso le nuove tecnologie di fabbricazione digitale.