Serena Trapanese: vi racconto la mia storia e la mia scelta di seguire l’Atelier di Artigianato Digitale

Home / Notizie / Serena Trapanese: vi racconto la mia storia e la mia scelta di seguire l’Atelier di Artigianato Digitale

Serena Trapanese è la giovane founder di LeRuts, la linea di borse in pelle ispirate alle bellezze della Campania e della Costiera Amalfitana, in particolare. Dopo un’esperienza di lavoro nel settore della moda, ha deciso di investire su se stessa e sulla sua formazione. Questo è il motivo che l’ha spinta a partecipare alla terza edizione dell’Atelier di Artigianato Digitale al CAD, il programma di incubazione che le permetterà di combinare artigianato e nuove tecnologie.

Leggi la sua storia!

Serena Trapanese nella sua bottega al Centro per l’Artigianato Digitale. Image © Medaarch

Ciao sono Serena, la designer di LeRuts, il mio progetto di pelletteria nato nel 2016, quando dopo diverse esperienze lavorative fatte come stilista in varie aziende di fast fashion, mi rendo conto che il lavoro svolto prevalentemente al computer non mi dà abbastanza soddisfazioni. Per questo motivo decido di dedicarmi al lavoro manuale e mi iscrivo all’Alta Scuola di Pelletteria di Scandicci, dove seguo, per l’appunto, un corso sulla progettazione delle borse.

Serena a lavoro nella sua bottega al Centro per l’Artigianato Digitale. Image © Medaarch

Dopo aver svolto il corso all’Alta Scuola di Pelletteria, inizio un’importante esperienza lavorativa nel napoletano in una grande azienda. Successivamente, nel 2020, causa pandemia e causa gravidanza, decido di dedicarmi al mio progetto che giaceva già da tempo nel cassetto: creare una mia linea di borse di cui curarne sia lo stile sia la produzione. Da qui nasce LeRuts: la linea di borse dedicata principalmente alle donne.

Serena a lavoro nella sua bottega al Centro per l’Artigianato Digitale. Image © Medaarch

Il nome LeRuts è un’alterazione della parola inglese roots, che vuol dire “radici”. È forte il richiamo alla mia terra d’origine, la Campania, da cui io traggo la mia maggiore ispirazione. Siamo a Cava de’ Tirreni, alle porte della Costiera Amalfitana, e chi ci è stato conosce le bellezze che ci circondano. Ma ho scelto “Radici” anche perché la materia prima che io ho deciso di utilizzare è già esistente ma la lavoro per darle una nuova vita.

Serena a lavoro nella sua bottega al Centro per l’Artigianato Digitale. Image © Medaarch

Ho scelto di seguire il corso di Atelier di Artigianato Digitale al Centro per l’Artigianato Digitale perchè credo sia fondamentale oggi acquisire delle competenze che vadano oltre l’artigianato tradizionale. Credo che oggi la nascita di un nuovo prodotto possa essere proprio il mix di competenze diverse. Mi aspetto di acquisire proprio queste competenze che mi possano aiutare, attraverso l’utilizzo dei software di modellazione 3D e della prototipazione rapida, ad ideare, progettare e sviluppare dei modelli molto più complessi, che adesso gli strumenti classici e tradizionali non mi permettono di fare.

Serena a lavoro nella sua bottega al Centro per l’Artigianato Digitale. Image © Medaarch

__

Guarda la video intervista!
Visita la bottega digitale di Serena!
Scopri di più sulle nostre botteghe artigiane!
Scopri il programma Atelier di Artigianato Digitale!

 

Articoli simili